Programma

Il programma, come per ogni edizione, spazia su più fronti: conferenze, ristorazione, fiera, mostre, intrattenimento.  Gli orari: sabato dalle 10 alle 23, domenica dalle 10 alle 21.

SABATO 22

settembre 2018

ore: 11,00/12,00 – sala 1° piano
(presto disponibile)

ore: 12,00/13,00 – sala 1° piano
“Rivoluzione etica ai fornelli”, con Stefano Momentè, esperto di alimentazione, nutrizione, cucina e stile di vita vegan. Ideatore dal 2001 del progetto Veganitalia. Ha pubblicato il primo libro di ricette vegan uscito in Italia, nel 2002, e il primo libro sul crudismo uscito in Italia, nel 2007. Promuove la scelta vegana con conferenze, corsi, seminari, articoli, libri. Si occupa di formazione e consulenza. Propone consulenze e servizi rivolti al settore della ristorazione e del food and beverage. Associato AIC (Associazione Cuochi Provincia di Venezia), aderente alla FIC (Federazione Italiana Cuochi). Nel 2017 ha fondato, e dirige, Altrocibo Academy.

ore: 14,30/15,30 – sala 1° piano
Impariamo a “Cucinare a colori“, Macro Edizioni, con Jessica Callegaro e Lorenzo Locatelli, autori del volume. Cucinare a colori è un viaggio lungo un anno alla scoperta della cucina naturale e vegetale, tra energie, emozioni e sapori, piatti semplici e gustosi, ma anche tecniche più avanzate di preparazione e autoproduzione. Non solo ricette ma anche idee e suggerimenti per uno stile di vita più etico ed equilibrato, dove la cucina diventa uno spazio prezioso di conoscenza, condivisione e gioia per tutta la famiglia.

ore: 15,30/16,30 – sala 1° piano
“Un incontro mancato”, Mimesis Edizioni, con Stefano Belacchi, fotografo e attivista, ci parlerà del suo lavoro fotografico come documentazione sulla condizione degli animali negli allevamenti intensivi. Belacchi dice: “Dopo i primi anni di ricerca sui vari aspetti della filiera zootecnica ho cercato di affinare la qualità e la profondità emotiva delle immagini, alla scoperta di un filo conduttore che unisse tutte quelle brevi vite malsane. Questo filo mi si è disvelato negli anni assumendo la forma evanescente della dignità individuale, della rabbia, dell’urgenza di libertà e della necessità di resistenza”.

ore: 16,30/17,30 – zona laboratori
(platea lato opposto al ristorante)
“A colpi di Finger Food”, con Cristian Giorni, Stefano Momentè, Roberto Politi – Quando il cibo racchiude in un boccone il sapore, il nutrimento e la bellezza. Assaggiamoli insieme. Conduce Rita Campana.

ore: 17,30/18,30 – sala 1° piano
Antonella Bellutti

ore: 18,30/19,30 – sala 1° piano
“La vita e l’incontro con gli Animali nei santuari”. Un viaggio alla scoperta dell’universo dei rifugi antispecisti, con Sara d’Angelo, di Vitadacani Onlus,  progetto Porcikomodi, e attivista della Rete dei Santuari di Animali Liberi. Dove un altro mondo è possibile, dove l’economia è al contrario, dove gli animali sono da debito e non da reddito, dove si sperimenta l’empatia e rapporti più equi, fondati sul rispetto e non la sopraffazione. Cosa sono, chi li gestisce, chi vive in questi posti magici, quali sono le finalità.

ore: 19,30/20,30 – sala 1° piano
Dalla A di artivismo alla Z delle ZTL, esploriamo insieme l’alfabeto della Vegan Revolution! con Alfredo Meschi, artivista. Fra la A di artivismo e la Z delle Zone Temporaneamente Liberate (dallo specismo), esiste un vastissimo alfabeto di azioni, iniziative, gesti concreti per portare avanti in maniera cre-attiva ed efficace la nostra vegan revolution. Esploriamolo insieme!

ore: 21,30/23,00 – sala Palco
Concerto (presto disponibile)

ore: 23,00 – chiusura

DOMENICA 23

settembre 2018

ore: 11,00/12,00 – sala 1° piano
Chi ha paura del vegetale? con la Dott.ssa Giulia Napolitano, Biologa Nutrizionista, Erborista e Professional Coach, esperta anche in Alimentazione Vegana. Una conferenza che ha l’intento di spazzare dalla mente tutti i luoghi comuni e le false credenze che circondano il tema dell’alimentazione a base vegetale. Si farà chiarezza sui temi più spinosi (proteine, calcio, B12, vitamina D) in modo da abbracciare la filosofia vegan con la serenità data dalla conoscenza.

ore: 12,00/13,00 – sala 1° piano
Vegan” con  Roberto Politi, cofondatore di Progetto Vivere Vegan Onlus e autore di libri di cucina vegan, che ci presenta, nella sua veste rinnovata, il libro “Vegan”, Giunti Demetra 2018, fresco di stampa, la cui prima edizione, sempre a cura dell’associazione, risale al 2005. Il volume tratta a 360 gradi la scelta vegan (etica, salute, cucina) e ci da anche l’occasione di riflettere su come, in questi anni, sia cambiato il movimento vegan, non solo a tavola.

ore: 14,30/15,30 – sala 1° piano
Oltre i confini di specie, con Annamaria Manzoni, Psicologa e psicoterapeuta, ipnositerapista e grafoanalista (Ordine Psicologi Lombardia), autrice di diversi volumi fra i quali: Noi abbiamo un sogno e Sulla cattiva strada. – Il diffondersi dell’empatia è uno degli strumenti per la costruzione di società non violente, basate sul rispetto dell’altro come elemento fondamentale di ogni relazione. Il grande errore da riconoscere e da combattere è ancora oggi l’esclusione dal novero degli individui coinvolti quelli appartenenti ad altre specie.

ore: 16,00/17,00 – sala 1° piano
Disobbedienza vegana, con Adriano Fragano,  cofondatore del progetto di contro-informazione pubblicitaria Campagne per gli animali e della rivista antispecista Veganzetta. Fragano si occupa di propaganda del veganismo etico, dell’antispecismo e della liberazione animale.

ore: 17,00/18,00 – sala 1° piano
Dieta sana per la salute, con il Dr. Vasco Merciadri, medico chirurgo. Si interessa da circa 40 annai di prevenzione,alimentazione sana, yoga e meditazione. Tiene incontri in Italia e all’estero per stimolare la scelta di una dieta naturale per la salute e la consapevolezza.

ore: 18,00/19,00 – sala 1° piano
Animali e carcere: l’esperienza dell’isola di Gorgona, con Marco Verdone, medico veterinario omeopata e Carlo Mazzerbo, direttore penitenziario tra i Curatori e Autori del volume “Salvati con nome. Carcere e rieducazione nonviolenta: il modello dell’Isola di Gorgona (Giappichelli editore, 2018). Gorgona: un’isola, un carcere, un parco naturale, un luogo di sperimentazione della relazione umano-non umano. Entrambi reclusi, entrambi in cerca di una liberazione, entrambi salvati dal passaggio da numero a nome. Una lunga esperienza maturata su quest’isola-carcere volta alla tutela di ogni forma vivente pur nelle contraddizioni e limitazioni imposte dall’essere umano ma che l’Università di Milano Bicocca ha assunto come modello rieducativo nonviolento.

ore: 20,00/21,00 – sala palco
(presto disponibile)

ore: 21,00 – chiusura
(chiusura cancelli ore 20)

NEI DUE GIONI SARANNO SEMPRE ATTIVI:
“Made for the Animals 2.0” mostra immersiva multimediale (Sala Palco). Per saperne di più vai alla pagina dedicata.

VEGAN TATTOO  (Area camerini) a cura di Elettrodermografi con Matteo Comparini, Amanzio Crecchi, Michele Beretta, Cristina Valenti e con Alfredo Meschi del Progetto X.

LABORATORI a cura di L’Erbacanta (presto sarà online il programma dedicato).

SPAZIO PER I PIU’ PICCOLI a cura di Piccole Impronte LAV (Area esterna).

YOGA a cura di Samadhi Firenze (presto sarà online il programma dedicato).

vivere vegan
vivere vegan

© copyright 2018 Progetto Vivere Vegan Onlus - Cookies Policy

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Vivere Vegan oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Informativa Estesa o Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Informativa Estesa o Cookies Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi